Dario Brevi è nato nel 1955 a Limbiate, una cittadina vicino a Milano, dove tuttora vive e lavora. La sua carriera, dopo la laurea in Architettura ha un avvio folgorante con una mostra personale dei suoi lavori presso la prestigiosa  galleria Diagramma di Luciano Inga-Pin, seguita poi da esposizioni altrettanto importanti alla fiera di Basilea, a Tokyo e Barcellona. Alla fine degli anni 80 aderisce al Nuovo Futurismo, movimento formatosi proprio presso la galleria Diagramma e teorizzato dal critico bolognese Renato Barilli. Il “Nuovo futurismo”, sulla scia del Manifesto per una ricostruzione futurista dell’universo di Balla e Depero, teorizzava la realizzazione di opere d’arte voluminose, consistenti, ben visibili e colorate. Per realizzare queste opere erano però necessari i nuovi materiali industriali. Dario Brevi sceglie il medium-density fibreboard, altrimenti chiamato MDF. Nelle sue mani prodigiose questo materiale diventa quasi malleabile, piegato alle esigenze dell’autore, che può così realizzare un’infinità di soggetti, sculture e bassorilievi di ogni tipo e colore.  Con Dario Brevi ogni idea si può tramutare in realtà e volentieri lui si presta alle esigenze della committenza, che gli permettono anzi di esplorare nuovi territori e di trovare nuove soluzioni. Un campo nel quale Dario Brevi mette a frutto le sue capacità è il ritratto, dove il suo stile si impone come un vero e proprio marchio di fabbrica.

TI PIACE QUESTO ARTISTA? CONTATTACI!

Categories: Artisti