Mark Kostabi è un artista nato a Los Angeles nel 1960. Di origine estone, e dotato di talento precoce, i suoi miti sono all’inizio i disegnatori di fumetti, in particolare Jack Kirby, celebre autore di Capitan America, L’Incredibile Hulk, I fantastici quattro e altri personaggi della Marvel.
Poi, però, capisce di non avere una preparazione adeguata per i fumetti, verso il cui mondo perde interesse quando si iscrive California State University di Fullerton e scopre l’arte contemporanea. I suoi eroi adesso sono Chris Burden, Andy Warhol, Edward Hopper. In compenso riempie migliaia di foglietti di scarabocchi, di matasse, di segni, alla maniera di Cy Twombly; questo è un esercizio che si rivela utile per sciogliere la mano e raggiungere il suo stile che  compare all’inizio degli anni ottanta, sotto forma di sagome di omini senza espressione che incontrano un immediato successo fra i suoi amici.
La sua prima mostra con lo stile che da quel momento lo caratterizzerà, è del 1981, in California; poi, pieno di speranze nel 1982 si trasferisce a New York. Il suo lavoro basato su sagome di uomini e donne senza volto, inseriti in contesti sempre diversi, incontra subito l’interesse del mondo dell’arte, anche se a suscitare clamore è soprattutto la sua spavalderia dimostrata nelle ripetute dichiarazioni di voler raggiungere la ricchezza attraverso la pittura.
Col crescere del successo cresce anche la domanda dei suoi quadri, con gallerie sempre nuove che bussano alla porta. E’ così che, a partire dal 1986, decide di avvalersi dell’opera di collaboratori, che provvedono a realizzare i singoli dipinti e persino a idearli.  Nel frattempo scopre l’Italia, in particolare Roma, dove decide di stabilirsi per parte dell’anno a partire dal 1996.


TI PIACE QUESTO ARTISTA? CONTATTACI!

Categories: Artisti