Matteo, nato nel 1974 a Roma, rappresenta l’ultima generazione dei Cascella.
Lui sente fin da giovanissimo il bisogno, la fame e il fuoco di perpetuare il mestiere di famiglia. Il battesimo nel mondo dell’arte avviene come Matteo Basilé, un nome che mantiene un legame con il capostipite artista della famiglia, Basilio (1860-1950). Figlio di un’epoca che produce e manipola le immagini con molta disinvoltura, viene segnalato fra gli artisti emergenti più importanti. Una galleria prestigiosa come l’Attico di Fabio Sargentini gli dedica una personale nel 1996; il colpo grosso, dal punto di vista della notorietà arriva nel 1997 con una iniziativa per il negozio Fendi di Roma.
Di lui attrae un misterioso fascino, che deriva dalla combinazione sapiente di alcuni elementi immediatamente riconoscibili. L’Oriente, visto come repertorio di suggestioni visive; i segni della spiritualità; e poi l’attenzione verso l’uomo, verso l’umanità. La pittura barocca diventa il riferimento costante per l’elaborazione delle sue immagini. L’afflato religioso ricorre di frequente nelle sue opere, così come spesso i suoi personaggi esprimono una necessità di redenzione da uno stato di sofferenza. Non è un caso il frequente richiamo al tema della Pietà.
Matteo Basilé è un artista che, coniugando con sapienza tecnologia e cultura classica, nel solco della tradizione umanistica, riesce a mettersi al servizio della rappresentazione di valori universali.


TI PIACE QUESTO ARTISTA? CONTATTACI!


Categories: Artisti