Diciannovesima puntata della rubrica “Praline. Prelibatezze dal mondo dell’arte” a cura di Sergio Mandelli.
Bruno Chersicla comincia la sua attività artistica come decoratore di navi, ma la visione dell’opera di Tàpies lo indirizza verso l’arte informale.
Sul finire degli anni ’60 inventa un tipo di scultura scomponibile e infinitamente modificabile – realizzata con un tipo particolare di compensato di grande spessore – che diventerà il suo tratto distintivo.
Realizza diverse serie, anche se quelle più famose sono quelle legate al mondo della letteratura e della musica jazz.

E’ entrato nel Guinness dei primati per aver realizzato, nel 2001 in Piazza Unità d’Italia a Trieste, l’opera dipinta più grande del mondo.

 

 

Categories: Praline - IT