Ventesima puntata della rubrica “Praline. Prelibatezze dal mondo dell’arte” a cura di Sergio Mandelli.
Dario Ghibaudo, nato a Cuneo nel 1951, si inserisce naturalmente nel filone dell’arte concettuale. Subito collezionisti come Pierluigi Mazzari e Tino Facconi gli acquistano diverse opere.
Nel 1990 decide di unire tutte le sue creazioni sotto il marchio di Museo di Storia Innaturale, intendendo con questo la necessità di testimoniare artisticamente il rapporto spezzato fra umanità e natura determinato da un uso improprio della tecnologia.
Ne deriva un progetto dalle dimensioni titaniche, e che, per complessità di concezione, per vastità di ambizione, per numero dei soggetti ideati e dei materiali usati, non ha eguali nel panorama dell’arte contemporanea.

Categories: Praline - IT