Privacy Policy

Wenten Rubuntja è un pittore nato nel 1921 nel centro dell’Australia, e morto nel 2005.
Wenten Rubuntja faceva parte di una delle oltre duecento tribù originarie dell’Australia, chiamata Arrente. Era perciò un pittore aborigeno australiano.
Nel 1971 è stato protagonista di un evento di rilevanza non solo australiana: insieme a un gruppo di artisti ha deciso di trasferire la pittura tradizionale aborigena, che normalmente veniva realizzata per terra, sulle cortecce degli alberi o come decorazione del corpo, di trasferirla sulla tela utilizzando colori acrilici.
Questo fatto è importante perché fino a quel momento gli occidentali non pensavano che gli aborigeni avessero una cultura propria, o perlomeno non pensavano che avessero una cultura meritevole di essere tramandata di generazione in generazione.
Tramite questa pittura invece, tramite questi segni, ci si è accorti di almeno due cose: ci si è accorti che esisteva una cultura complessa che aveva a che fare con la pittura ma anche con il canto, la musica, la narrazione; che aveva a che fare con una concezione del mondo, dominata da un concetto che in inglese viene definito “Dreaming”, il tempo del sogno, un tempo mitico, originario, più o meno equivalente ai miti degli dei dell’Olimpo.
Ma poi ci si è resi anche conto che questa cultura aveva delle radici antichissime, molto molto lontane nel tempo, si dice fino a oltre trentamila anni fa.


TI PIACE QUESTO ARTISTA? CONTATTACI!